Standard

Standard Grande Bovaro Svizzero

FCI-Standard N°  58   /  05. 05. 2003

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD VALIDO ORIGINALE: 25.03.2003.

USO: Originariamente cane da guardia e da tiro. Oggi anche cane guida, da difesa e adatto per le famiglie.

CLASSIFICAZIONE F.C.I.: Gruppo 2 Pinscher e Schnauzer   Molossoidi e Bovari Svizzeri. Cani da Mandria e altre razze. Sezione 3 Bovari svizzeri – e Cani da Mandria Senza prova di lavoro.

BREVE STORIA: Nel 1908, a Langenthal, in occasione della festa per il venticinquesimo anniversario dello “Schweizerische Kynologische Gesellschaft” (Società Cinologica Svizzera) SKG, furono presentati al giudizio del grande promotore dei Bovari Svizzeri, il professor Albert Heim, due Bovari del Bernese a pelo corto.  Il professor Heim li riconobbe come rappresentanti del vecchio e in via di estinzione Grande Bovaro o Mastino dei macellai, i cui progenitori in passato si diffusero in tutta Europa, allevati come cani da guardia, da tiro o come cani da conduzione di mandrie. Nel 1909 furono riconosciuti dallo SKG come una razza distinta registrata nel dodicesimo volume del Libro delle Origini Svizzero.  Nel 1912 venne fondato il club dei “Grandi Bovari Svizzeri” allo scopo di diffondere questa razza e di mantenerla pura. Il primo standard fu pubblicato dall’FCI il 5 febbraio 1939. Oggi questi cani vengono anche allevati in altri paesi europei. Grazie al loro temperamento tranquillo e affidabile sono  particolarmente apprezzati come ottimi cani da famiglia.

ASPETTO GENERALE: Cane tricolore, robusto dotato di ossatura potente e con muscolatura potentemente sviluppata. Nonostante la taglia e il peso, è molto agile e ha grandi capacità di resistenza. La differenza tra i due sessi è evidente.

PROPORZIONI IMPORTANTI: Lunghezza tronco (misurata dalla punta della spalla alla punta della natica)/altezza al garrese = 10 : 9. Profondità torace/altezza al garrese =   1 : 2. Lunghezza cranio/lunghezza muso  =   1 : 1. Larghezza cranio/larghezza muso =   2 : 1.

COMPORTAMENTO/CARATTERE: Sicuro, vigile e intrepido in qualunque situazione quotidiana. Buono e affettuoso verso le persone a lui familiari. Sicuro di sé con gli estranei. Temperamento medio.

TESTA: Proporzionata al corpo, la testa è potente ma non pesante. Le teste degli esemplari maschi sono più massicce di quelle delle femmine.

REGIONE CRANICA: Cranio: Piatto e largo. Il solco frontale parte dallo stop e scompare gradualmente verso la parte superiore del cranio.

STOP: Poco pronunciato.

REGIONE FACCIALE: Tartufo: Nero. Muso: Potente, più lungo che profondo.  Non deve essere a punta, sia se visto dall’alto che di profilo. Canna nasale diritta, senza solco mediano. Labbra: Appena sviluppate e ben aderenti. Pigmentazione nera. Non pendenti. Mandibole/Denti: Mandibole forti; dentatura completa, robusta e regolare chiusura a forbice. La mancanza di due denti  (premolare 1 e/o premolare 2) è tollerata. La mancanza dei molari 3 (M3) non viene presa in tollerata considerazione. Occhi: A mandorla, di media grandezza, né infossati né sporgenti. Colore da nocciola a marrone. Espressione vigile e amichevole.  Palpebre ben aderenti. Rime palpebrali scure. Orecchie: Di media grandezza, triangolari e attaccate abbastanza alte. A riposo pendenti e aderenti alle guance. Ma quando il cane è in attenzione sono portate in avanti. Ben ricoperte di pelo sia dentro che fuori.

COLLO: Potente, muscoloso, piuttosto tozzo. Senza giogaia.

TRONCO: Leggermente più lungo rispetto all’altezza al garrese. Dorso: Moderatamente lungo, solido e diritto. Lombi: Larghi e muscolosi. Groppa: Lunga e larga.  Leggermente inclinata.  Mai più alta del garrese o molto inclinata. Torace: Potente, largo. Disceso fino ai gomiti. Vista in sezione trasversale,  la gabbia toracica è rotondeggiante di forma ovale, né piatta né a botte.  Petto ben sviluppato. Addome e linea inferiore: Addome e fianchi poco retratti.

CODA: Segue armoniosamente la groppa, abbastanza robusta, lunga fino ai garretti. Pendente a riposo; quando in attenzione o in movimento viene portata più alta e leggermente curvata all’insù, ma non è mai arrotolata o portata sul dorso.

ARTI:

ARTI ANTERIORI: Visti di fronte sono diritti, paralleli e piuttosto larghi. Spalle: Scapola lunga, potente e obliqua, ben aderente al corpo e muscolosa. Forma un angolo non troppo ottuso con il braccio. Avambraccio: Robusto e diritto. Metacarpi: Solidi, visti di fronte in linea con l’avambraccio; leggermente flesso visti di lato.

ARTI POSTERIORI: Diritti e non troppo chiusi quando visti da dietro.  Il metatarso e i piedi non sono né in dentro né in fuori. Gli speroni devono essere rimossi eccezion fatta per i paesi in cui la loro rimozione è proibita dalla legge. Coscia: Abbastanza lunga, larga, forte e ben muscolosa. Grassella (ginocchio): Forma un evidente angolo ottuso. Gamba: Abbastanza lunga. Garretto: Forte e angolato.

PIEDI: Solidi e paralleli al piano mediano del carpo, con dita chiuse ben arcuate. Unghie forti.

ANDATURA: Distesa e regolare. Buona estensione dei posteriori con energica spinta. Al trotto, visti sia da davanti che da dietro, gli arti si muovono paralleli al piano mediano del corpo.

MANTELLO:

PELO: Pelo doppio composto da un mantello di copertura chiuso, di media lunghezza e da un sottopelo denso. Quest’ultimo può essere grigio scuro o nero. Un pelo di copertura corto è accettabile in presenza di sottopelo.

COLORE: Tricolore. Colore principale nero con focature simmetriche bruno – rossiccio e macchie bianche. Le focature si trovano fra il nero e il bianco sulle guancie, sopra gli occhi, all’interno delle orecchie, su entrambi i lati del petto, sulle quattro zampe e sotto la coda. Le macchie bianche sono situate sulla testa (lista) e sul muso (continuano sulla gola e il torace senza interruzione), sui piedi e sulla punta della coda. Tra la lista e le focature sopra gli occhi dovrebbe esserci una striscia nera. Una macchia bianca sul collo o un collare bianco attorno al collo sono tollerati.

TAGLIA: Altezza al garrese maschi: 65 – 72 cm, Altezza al garrese femmine: 60 – 68 cm.

DIFETTI: Ogni deviazione dalle caratteristiche sopracitate deve essere penalizzata in funzione della sua gravità. Comportamento inaffidabile. Mancanza di qualsiasi dente a parte 2 premolari 1 e/o premolari 2. I molari 3 non vengono presi in considerazione. Chiusura a tenaglia. Occhi chiari. Palpebre non perfettamente aderenti. Mantello: Sottopelo giallo-marrone o grigio chiaro visibile. Colore non definito o slavato. Macchie sbagliate: Mancanza di bianco sulla testa; lista troppo larga. La macchia bianca sul muso che va oltre gli angoli della bocca. Balzane bianche (il bianco oltrepassa il carpo o il metacarpo). Evidenti macchie asimmetriche.

DIFETTI DA SQUALIFICA: Gravi difetti comportamentali (paura, aggressività). Prognatismo o enognatismo, bocca storta. Entropion, ectropion. Uno o due occhi azzurri. Pelo di copertura corto senza sottopelo. Pelo lungo. Mantello non tricolore. Colore principale diverso dal nero. Qualunque cane che presenti evidenti anomalie fisiche o comportamentali deve essere squalificato. N.B.: Gli esemplari maschi devono avere due testicoli normali completamente scesi nello scroto.

Share